Per richiedere la nomina di un amministratore di sostegno è necessario presentare apposita domanda scritta (chiamata “ricorso”) al giudice tutelare.

La procedura è caratterizzata da tempi brevi: dalla data di deposito del ricorso presso la cancelleria, il giudice tutelare provvede alla nomina dell’amministratore di sostegno entro 60 giorni, dopo aver sentito personalmente il beneficiario, accertato i suoi bisogni e il suo stato di salute.

In caso di urgenza il giudice tutelare può nominare, a poche settimane dalla presentazione del ricorso, un amministratore di sostegno provvisorio nelle situazioni in cui è richiesto un intervento immediato a tutela della persona fragile (es. firma del consenso informato per un intervento sanitario, effettuare un pagamento indifferibile, rischio di circonvenzione da terzi..).