"Le persone con disabilità abbiano la
possibilità di scegliere, su base di uguaglianza con gli altri, il proprio luogo di residenza e dove e con chi vivere e non siano obbligate a vivere in una particolare sistemazione.“

Art. 19 della Convenzione ONU
sui diritti delle persone con disabilità

Con la legge 22 giugno 2016, n.112 il Parlamento ha approvato la cosiddetta norma sul “dopo di noi”: taluni la considerano una disposizione epocale e positiva; altri la considerano, invece, una disposizione di retroguardia, settoriale e silente su temi importanti quali il rischio di segregazione e la garanzia di diritti certi da subito.

L’obiettivo è quello di attuare l’art. 19 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità il quale impone agli Stati che “le persone con disabilità abbiano la possibilità di scegliere, su base di uguaglianza con gli altri, il proprio luogo di residenza e dove e con chi vivere e non siano obbligate a vivere in una particolare sistemazione.“

Si prevede una la progressiva “presa in carico della persona interessata” già durante l’esistenza in vita dei genitori anche al fine di evitare l’istituzionalizzazione, potenziando programmi di inclusione sociale e di valorizzazione delle abilità.

Tutto sarà demandato alla sua applicazione concreta e alle decisioni dei singoli/gruppi/enti di tutelare ed indirizzare risorse alla cura e all’assistenza dei propri cari con adeguate garanzie di tutela e di gestione.


Destinatari:

Famiglie, beneficiari, avvocati, commercialisti, assistenti sociali, operatori del settore e a tutti gli interessati

L'evento è stato accreditato dall'Ordine degli Avvocati e dei Dottori Commercialisti
Con traduzione simultanea

Relatori:

Prof. Paolo Cendon

Docente di Diritto Privato presso l'Università di Trieste

Dott.ssa Ulrike Ceresara

Coordinatrice dei giudici tutelari presso il Tribunale di Bolzano

Fondazione Idea Vita, Milano

Dott. Markus Gamper

Esperto di trust presso Allianz Bank Private

Avv. Francesca Vitulo

Consulente della Fondazione Dopo di Noi, Bologna

Modalità di partecipazione

Trasmettere la scheda di iscrizione compilata in ogni sua parte e in stampatello alla Segreteria dell'Associazione per l'Amministrazione di Sostegno per e-mail: convegno@sostegno.bz.it
Per l'iscrizione effettuare il versamento attraverso bonifico bancario da trasmettere in copia unitamente alla scheda di iscrizione alla Segreteria dell'Associazione.
Iscrizioni sino ad esaurimento posti - Sarà rilasciato un attestato di frequenza
Quota di iscrizione

Soci dell'Associazione per l'Amministrazione di Sostegno: gratuito

Non soci: € 15,00

Non soci interessati all'accreditamento: € 20,00

Modalità di pagamento

Bonifico bancario alle seguenti coordinate:

Cassa di Risparmio di Bolzano - IBAN IT60I0604511601000005006089

Cassa Rurale di Renon - IBAN IT19M0818758740000004043654

 

Download

Modulo di iscrizione (Download)
Volantino dell'evento (Download)
In collaborazione con la Federazione per il Sociale e la Sanità

 

Con il sostegno di: